la citazione del momento

Il riciclaggio del denaro "sporco" rappresenta ormai il contesto ideale per lo sfruttamento intensivo e lucroso delle nuove forme di schiavitù. Il culto feticistico del profitto, o meglio del denaro che produce sempre più denaro, è giunto al suo criminogeno apogeo. Ed è tragicomico vedere e ascoltare il personale politico che amministra i Paesi in cui tutto questo è consentito pontificare ipocritamente sulla tutela, in casa d'altri, dei "diritti umani".
Luciano Canfora - La schiavitù del capitale - Laterza

lunedì 6 marzo 2017

Linguine eccezionali al pesto di cavolo nero

Negli ultimi mesi abbiamo sperimentato tanto in cucina, e alcune cose ci sono venute, modestamente, davvero bene! Il problema è che l'ordine non è proprio di casa qui, e mi dimentico sempre di segnarmi ingredienti, quantità e procedimenti e la cucina è piena di foglietti volanti. Sì, ce l'avrei un quaderno per segnarle ma risulta sempre una gran confusione, per cui ho pensato che forse ricominciare a scriverle sul blog potrebbe essere la soluzione, ché almeno qui stanno belle sistematine nelle varie categorie. 
Per cui, salvo incursioni di quella maledetta incostanza che mi contraddistingue, vi beccate la ricetta del lunedì e ve la beccate pure vegetariana o vegana, perchè è così che cucino e perché anche gli onnivori non mangiano mica animali tutti i giorni!
Oggi pasta, non la mangiamo spesso e, da quando non la mangiamo spesso, la mangiamo molto più volentieri! Eccezione delle eccezioni, non era nemmeno integrale, ma ci ritrovavamo questo pacco di linguine in dispensa e ce le siamo godute fino all'ultima! Soddisfacendo anche la voglia di un condimento semplice e fresco.

Ingredienti:
un mazzetto di cavolo nero, finché se ne trova,
30 gr di mandorle pelate,
1 spicchio d'aglio,
la buccia e il succo di mezzo limone,
olio evo, sale, peperoncino tritato

Procedimento, difficilissimo come sempre:
Ho lavato le foglie di cavolo, le ho spezzettate grossolanamente con le mani e le ho asciugate nella centrifuga per l'insalata per accelerare i tempi. Ho messo nel tritatutto le mandorle e l'aglio e ho tritato a scatti per non surriscaldare la faccenda, finché non ho ottenuto quasi una pappa (le mandorle, a meno che non siano proprio tarocche, rilasciano olio); poi ho aggiunto il cavolo un po' alla volta e solo prima dell'ultimo giro il succo del limone, l'olio e il sale.
A cottura della pasta ultimata, l'ho scolata e condita e, una volta impiattata, ho spolverizzato di peperoncino e buccia di limone grattugiata e dato un ultimo giro d'olio. Che dire? Bona! Anzi, eccezionale :D Quanto poi vanno d'accordo il cavolo nero e il limone non mi stancherò mai di dirlo.
Che aggiungere? Che vi auguro una sorridente e pacifica settimana!

19 commenti:

  1. Linguine non se ne parla proprio: sono antipatiche ad Anna Maria, ma per il resto la provo, mi hai fatto venire voglia. Io so fare -benissimo. il classico piatto dei mariti romani mentre la moglie è in vacanza, cioè spaghetti all'aglio, olio e peperoncino piccantissimo. Per me solocompero quello messicano.
    Una domanda: che cosa è olio evo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Abbreviazione di olio extravergine di oliva :)
      Secondo me, se cucini per Anna Maria, dei fusilli o delle mezze maniche ci stanno benissimo!

      Elimina
  2. Potrebbe essere un piatto da provare anche se non sono molto amante del cavolo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io invece lo adoro! E comunque, ti invito a cena e ti faccio le chips di cavolo nero, a quelle nessuno può resistere :D

      Elimina
  3. Bella l' idea del limone!
    Io lo uso ogni tanto nei risotti, in quello con i finocchi per esempio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma dai! A me piace tanto il risotto ai finocchi (io lo conosco finocchi e cipolle), ma non avevo mai provato a metterci il limone! Ora che me l'hai detto tocca farlo al più presto :D

      Elimina
  4. Ottima idea!
    Ti auguro un buon inizio di settimana.

    RispondiElimina
  5. Slurp!
    Cavolo!
    Il cavolo nero è proprio buono lo uso, prendo nota del tuo post/ricetta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo sulla bontà del cavolo nero ;)

      Elimina
  6. Buonissimo il cavolo nero, Elle lo cucina spesso e volentieri (io non lo conoscevo, pensa te). Bella e semplice ricetta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brava Elle! Anche io l'ho scoperto tardi, dalle mie parti non ce n'era traccia.

      Elimina
  7. Gnam che buono! Fai il pesto di cavolo nero proprio come lo faccio io! Come te mangio la pasta circa una volta la settimana e quella volta che c'è ce la godiamo proprio, anche per i piccoli è una festa!
    Per il disordine delle ricette non sei la sola... anch'io trovo utile usare il blog come un ricettario, altrimenti le perdo tutte! ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e perdere le tue ricette sarebbe un vero peccato!!

      Elimina
  8. Bellissima questo pesto, pensavo che il cavolo nero fosse cotto.... mmhh da provare sicuramente. grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E invece anche crudo rende benissimo! Grazie a te cara:)

      Elimina
  9. Non mi sono mai imbattuta nel cavolo nero. Per ora ne so attraverso i tuoi post e per averlo visto su Geo&Geo. Noi si mangia spesso la pasta condita con un pesto. Proprio oggi il pesto era di rucola anacardi pinoli aglio e pecorino...buona l'idea del limone, lo a
    dottero' e pure la tua ricetta se riesco a trovare un negozio che sia fornito di questo specialissimo ortaggio.
    ciao Cri, un abbraccio

    RispondiElimina
  10. Cavolo, che buona pasta con il cavolo ... se non riesco a commentare mi incavolo.

    RispondiElimina
  11. Buono questo pesto!!!!
    Anche noi la pasta non la mangiamo molto spesso e quindi quelle poche volte ce la godiamo di più :-)
    Proverò a condirla con questo pesto...

    RispondiElimina

Grazie per essere passato a dire la tua :)