la citazione del momento

Il riciclaggio del denaro "sporco" rappresenta ormai il contesto ideale per lo sfruttamento intensivo e lucroso delle nuove forme di schiavitù. Il culto feticistico del profitto, o meglio del denaro che produce sempre più denaro, è giunto al suo criminogeno apogeo. Ed è tragicomico vedere e ascoltare il personale politico che amministra i Paesi in cui tutto questo è consentito pontificare ipocritamente sulla tutela, in casa d'altri, dei "diritti umani".
Luciano Canfora - La schiavitù del capitale - Laterza

lunedì 9 dicembre 2013

Strane coppie - Broccoli con le nocciole

Ecco qua la mia ricettina del lunedì, giusto in tempo, veloce che devo andare a dormire! E sì lo so che sono solo le 10 di sera, ma oggi ho lavorato un bel po', da tre giorni finisco di lavorare a mezzanotte e domani la mia giornata di lavoro inizierà alle 9 e finirà, appunto, a mezzanotte, per fortuna divisa tra libreria e bottega equa, con ben due ore di pausa! Che chi mi conosce da un po' lo sa che mi piace non aver da fare per mesi e mesi e poi concentrare due o tre lavori in poco tempo; chi invece mi conosce da meno tempo sappia che quel "mi piace" è ironico...
Una ricetta che ho trovato su "Le ricette dei magnifici 20" di Marco Bianchi, dove ne ho trovate tante semplici, meno semplici, ma tutte interessanti, ne proverò sicuramente altre!
È il classico contorno di broccoli, ma la granella di nocciole gli dà un tocco decisamente speciale!


Ingredienti:
Un broccolo (io ho usato il romano, quello con tante gugliette che ogni volta mi incanto a osservarlo)
nocciole tritate, una decina
uno scalogno,
qualche cucchiaio di salsa di soia,
olio evo.

Procedimento:
Affettate lo scalogno e fatelo stufare in padella con un po' di olio e la salsa di soia. Dopodichè, le cose si diversificano un po' tra la ricetta originale e la mia. Marco Bianchi tuffa in acqua bollente per 5 minuti il broccolo diviso in cimette, io ho saltato questo passaggio mettendo le suddette cimette direttamente in padella: con l'aggiunta di un goccio d'acqua a inizio cottura, a mio avviso si risparmia tempo, gas, lavaggio pentole e soprattutto sostanze nutritive che andrebbero disperse nell'acqua di cottura. Ad ogni modo, qualunque sia la via, ci ritroviamo con tutte queste belle cimette in padella, che ci resteranno qualche minuto se sono già lesse e qualche minuto in più nel secondo caso. Mentre passano questi minuti, anzicchè guardare la padella con impazienza, potreste tritare le nocciole e tostarle in una padellina, cosicchè, appena le cimette saranno tenere, potete spolverarle di granella e servire :)

Come con ogni cosa con cui "vado in fissa", ho cucinato questo piatto già tre volte nel giro di due settimane! È anche perchè i broccoli mi piacciono tanto e perchè le nocciole le metterei ovunque. E poi, ovvio no?, perchè...fa un sacco bene!!
I broccoli, oltre a essere ipocalorici, sono ricchi di sali minerali, soprattutto di calcio, ferro, potassio e fosforo e di vitamine B1, B2, B9 (il prezioso acido folico) e C, di cui sono più ricchi, a parità di peso, persino delle arance, normalmente associate, appunto, alla vitamina C. Contenendo anche una gran quantità di fibre vegetali, sono anche ottimi regolatori intestinali. Grazie alle loro caratteristiche,quindi, i broccoli si rendono molto utili nel rafforzare le difese immunitarie, nel proteggere le vie respiratorie e il tratto gastro-intestinale e nel contrastare la ritenzione idrica. Infine, i broccoli, come tutti gli ortaggi appartenenti alla famiglia delle crucifere (cavoli, broccoli, verze e simili), contengono alcuni composti chimici, detti isotiocianati, in grado di contrastare la crescita di cellule cancerogene e impedirne la divisione e proliferazione.
Riguardo alle nocciole, invece, e di quanto fanno bene, ne avevamo già parlato qui.

Con questa ricetta partecipo al Vegetal Monday della Cucina della Capra...e vi auguro una splendida settimana!





10 commenti:

  1. Non ci sono mai strane coppie in cucina!! :)
    Io ho sperimentato gorgonzola al mascarpone e chicchi di melograno!

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È vero, gli esperimenti sono infiniti! Mascarpone e melograno è un abbinamento interessante, per il gorgonzola passo, non mi piacciono i formaggi forti...

      Elimina
  2. un abbinamento strano ma molto piacevole

    RispondiElimina
  3. Grazie! Lo farò presto, ho giusto delle nocciole già sgusciate.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beata te, per me quello è il passaggio più noioso (infatti l'ultima volta ho affidato il compito a mia nipote che voleva aiutare!)

      Elimina
  4. Mi piace un sacco questa ricetta! Mi sa che la provo anch'io! Quando si dice il caso… ho proprio delle nocciole sgusciate comprate per fare i biscotti (io che non ho quasi mai niente in dispensa).
    Non ti stressate troppo, eh! mi raccomando, Cri :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per il tuo pensiero, Paola, ma non preoccuparti Paola, a gennaio avrò modo di riposarmi...

      Elimina
  5. Mi ero perso questa ricetta, e la recupero con piacere ... ho scoperto il cavolo romano solo di recente,e non mi spiego il motivo. Veramente buono, e pure un capolavoro solo vederlo ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, io davvero mi ci incanto a osservarlo!

      Elimina

Grazie per essere passato a dire la tua :)