Addio e grazie Andrea Gallo

Tanto è già stato detto su questa meravigliosa persona che era don Gallo, su questo "prete dissidente", su questo "angelo anarchico", su una pesona che con quello che è la Chiesa oggi (e che, in effetti, è sempre stata) non aveva da condividere praticamente niente, se non l'abito talare. Non aveva da condividerne sicuramente la corruzione, la ricchezza opulenta, l'ipocrisia.
Tanto è stato detto e io non credo di riuscire ad aggiungere di più o a farlo meglio, nè voglio cadere nella retorica.

Aggiungo solo che sono sinceramente rattristata per il fatto che abbiamo perso una persona così bella, così necessaria e soprattutto e purtroppo così unica.

E segnalo e consiglio la sua autobiografia, che lessi anni fa, da cui mi sarebbe piaciuto citare qualche pezzo, ma la cui copia non trovo più...

Commenti

  1. Davvero una terribile perdita, in un momento in cui di persone come lui c'è iù che mai bisogno :-(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, è quello che mi rattrista più di tutto, che non ce n'è di eguali, dove invece ne servirebbe un esercito!

      Elimina
  2. Volevo scrivere pure io un post su Don Gallo, magari di quella volta che venne dalle mie parti, e si ritrovò a messa un sacco di persone che erano anni che non entravano in chiesa, come il sottoscritto. Una bella giornata di sole allora, non come oggi, con il cielo che piange (per lui?).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non faccio fatica a crederci che portò in chiesa così tanta gente, e comunque puoi dire di aver avuto la fortuna di conoscerlo.

      Elimina
  3. Sembra che se ne vanno sempre le persone buone! Ma sono sempre con noi..........

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse sembra che se ne vadano sempre quelle buone semplicemente perchè ci mancano di più!

      Elimina

Posta un commento

Grazie per essere passato a dire la tua :)

Post popolari in questo blog

Torta di mele senza latte e senza uova

Polpettine vegane di quinoa e zucchine

Non buttare le bucce d'arancia