la citazione del momento

Il riciclaggio del denaro "sporco" rappresenta ormai il contesto ideale per lo sfruttamento intensivo e lucroso delle nuove forme di schiavitù. Il culto feticistico del profitto, o meglio del denaro che produce sempre più denaro, è giunto al suo criminogeno apogeo. Ed è tragicomico vedere e ascoltare il personale politico che amministra i Paesi in cui tutto questo è consentito pontificare ipocritamente sulla tutela, in casa d'altri, dei "diritti umani".
Luciano Canfora - La schiavitù del capitale - Laterza

giovedì 24 maggio 2012

Il pane di Fra

Uno dei miei passi mossi bene verso la felicità l'ho fatto due anni fa,  venendo a vivere con Francesco in questa casa bellissima e ormai "nostra". A tutte le gioie di questa convivenza, da circa un anno se ne è aggiunta una, quella che provo quando Fra fa il pane!


Di solito il motivo principale per cui si comincia a fare il pane è quello del risparmio, soprattutto in città come questa in cui raggiunge prezzi assurdi; ma il mio motivo principale è quel profumo che si espande per tutta la casa quando il pane è in forno, è addentare quelle fette morbide dalla crosta croccante che sanno di farina e di lavoro di braccia e di dedizione...
Ormai, quando si va a cena da amici, non ci viene più chiesto di portare il vino, o il dolce, o niente, ma immancabilmente...il pane!
Ultimamente però il mio bravo grafico web ha tanto lavoro e sta sempre più al pc e sempre meno in cucina, ma ieri mi sono svegliata con un solo pensiero e, prima ancora di uscire dal letto gli ho intimato "prima di cominciare a lavorare, impasta il pane"!
A me piace tanto l'idea che lui faccia il pane per me, quindi non ho mai imparato a farlo, ma forse a voi potrebbe interessare come lo fa...

Francesco mette in una terrina capiente i seguenti ingredienti:
1 kg di farina tipo 0
40 gr di lievito madre di frumento in polvere
600 ml di acqua
30 gr di olio d'oliva
20 gr di sale
un pizzico di bicarbonato o un cucchiaino di miele
A volte, al posto della farina 0, usa farina di grano duro o farina di semola rimacinata (per fare il "pane di Altamura"), o ancora fa il pane integrale sostituendo metà della farina con farina integrale.
A volte, e io sono tanto felice quando lo fa, aggiunge all'impasto qualche manciata di semi di girasole e/o di sesamo.

Mescola tutto e. impasta a lungo, fino a ottenere un impasto elastico e liscio.
Gli da poi la forma di una pagnotta, su cui incide una croce abbastanza profonda, lo ripone sul piatto del forno, su cui ha steso della carta da forno e spruzzato un po' di farina e lo lascia lievitare per 3 o 4 ore, o comunque fino a quando la croce è quasi sparita.





A questo punto tira fuori la pagnotta e accende il forno a 240°,  la spolvera di farina, incide nuovamente e in modo più leggero la croce (anche se questa volta in realtà se ne è dimenticato...) e inforna.


Dopo circa mezzora il risultato è questo:
Dopo qualche ora...non restano che le briciole!

10 commenti:

  1. Bello e buono buono buono!!! Bravo Francesco e GRAZIE!

    RispondiElimina
  2. mmmmh sembra davvero ottimo :-) Bravo!!

    RispondiElimina
  3. E bravo! Allora lo aspetto per domenica?! :-)

    RispondiElimina
  4. Ehm...vediamo cosa si riesce a combinare sabato :)

    RispondiElimina
  5. Vuoi strippare mangiando il tuo pane? Usa farina di farro o di segale ( o un mix), aggiungi qualche noce, uva passa, semi di sesamo.

    E vedrai la fila fuori dalla porta!

    RispondiElimina
  6. Aaah fantastico!!
    Domani compro la farina e intanto allerto il fornaio!

    RispondiElimina
  7. Che meraviglia il pane fatto in casa!!!
    Io non sono capace (ma non sono nemmeno una brava cuoca), ma potrei chiedere anch'io al mio Francesco...mio marito, bravo cuoco e di mestiere informatico.
    Abbiamo in comune anche questa cosa, l'avevi notato?
    Ciao carissima, buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah ah, no non l'avevo ancora scoperto! E comunque sì, digli che se si chiama francesco e fa l'informatico è nel suo destino fare il pane!
      Io in cucina mi cimento abbastanza, ma col pane ha iniziato lui e ormai fa parte della sua parte di "doveri"... e poi è così bello quando qualcuno fa qualcosa per te :)

      Elimina
  8. Che spettacolo il pane fatto in casa così :)
    È una delle cose belle della vita :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì è una soddisfazione particolare :)

      Elimina

Grazie per essere passato a dire la tua :)