la citazione del momento

"I medici sono stati chiari. Un altro colpo così non lo reggi. Vuoi morire?"

Ada lo guarda. Dopo tanti anni Amedeo si sente osservato da lei con uno sguardo vero, intelligente. Lo sguardo che aveva tanti anni prima.

"Tu no?"

E per la prima volta dopo tanti anni lei gli si rivolge con una domanda decisa, vera, piena. Non le solite sciocchezze da sbronza, oppure ordini impartiti con ferocia, frasi senza senso biascicate.

"No. Oggi no."

"Perchè?"

"C'è il sole. Voglio veder nascere il figlio di Sonia. Voglio guardare la prossima Champions League. Voglio grattare la schiena a Ginevra. Voglio comprarmi un'altra bicicletta."
Alberto Schiavone - Ogni spazio felice - Guanda

domenica 31 marzo 2013

La luce (ecologica) delle sette di sera

Oggi è Pasqua, auguri, auguri!!!!
Ma oggi, per me, è anche il giorno più bello dell'anno, quello che aspetto per sei mesi e anche più, il giorno in cui finalmente entra in vigore l'ora legale! Il giorno in cui finalmente alle 7 di sera è ancora pieno giorno!
Ora una parte, magari anche consistente, dei lettori di questo post mi considererà fuori di testa, ma io l'allungamento delle giornate lo vivo proprio come una conquista personale. Da qualche mese ormai le giornate sono più lunghe, e da qualche mese io mi sento sempre un po' più felice. Mi capita di guardare l'orologio e constatare che sono le cinque, e poi guardare immediatamente fuori (ovviamente dove lavoro la luce è artificiale da apertura a chiusura) e trovare il cielo ancora azzurro; oppure uscire dal lavoro alle sei e accorgermi che non è più buio come la settimana precededente: beh mi si stampano dei sorrisini vittoriosi sul volto, sento proprio una soddisfazione personale, come se avessi raggiunto un obiettivo, come se avessi vinto qualcosa, una goduria inesprimibile!
E quindi il giorno in cui entra in vigore l'ora legale (ovviamente contrapposto al giorno di lutto in cui torna in vigore l'ora solare) è il non plus ultra di questa felicità!
E quindi è tradizione che, nell'ultima domenica di marzo, all'ora in cui ieri era buio e oggi è ancora chiaro, io stia seduta nel dehor di qualche locale, possibilmente in piacevole compagnia, a sorseggiare una birra o un bicchire di vino e brindare al semplice fatto che siano le sette di sera ma sera non è ancora. 
E poi, a voler essere coerenti, questa storia dell'ora legale è una mossa decisamente ecologica!
Il primo a cui era venuto in mente questo "arificio" utile al risparmio di un bel po' di energia elettrica è stato proprio Benjamin Franklin, l'inventore del parafulmine, ma allora il mondo industriale era in piena espansione e la sua, troppo avanti, idea ecologica non fu minimamente presa in considerazione.
Solo nel 1907 fu ripresa dal costruttore inglese William Willet e, nel 1916, vista la crisi conseguente alla prima guerra mondiale, fu approvata dalla Camera dei Comuni inglese, che introdusse la cosiddetta "British summer time". E, visto che la crisi post bellica non riguardava solo l'Inghilterra, molti furono i Paesi che la imitarono. Tra questi c'era anche l'Italia, dove l'ora legale rimase in uso fino al 1920.
"Tra il 1940 e il 1948 fu abolita e ripristinata diverse volte a causa della Seconda guerra mondiale. In tale occasione si ebbe il periodo di massima durata dell'ora legale: dal 14 giugno del 1940 al 2 novembre 1942. L'ora legale venne adottata definitivamente con la legge 503 del 1965, in periodo di crisi energetica.
L'ora legale stabilita da tale legge, applicata per la prima volta nel 1966, durava quattro mesi, dall'ultima domenica di maggio all'ultima domenica di settembre; in quell'anno specifico restò in vigore dal 22 maggio al 24 settembre. Tale durata venne estesa a sei mesi nel 1980 anticipando l'inizio alla prima domenica di aprile e poi dal 1981 all'ultima domenica di marzo. Un ulteriore prolungamento di un mese è stato introdotto nel 1996, insieme al resto dell'Europa quando la fine fu spostata all'ultima domenica di ottobre.
La legge 1144/1966 delegò al Presidente della Repubblica il compito di decidere annualmente inizio e fine dell'ora legale rispettivamente nel periodo 31 marzo-10 giugno e 20 settembre-31 ottobre. Nel 1980 il decreto-legge n. 270 modificò tali periodi anticipando il possibile inizio al 28 marzo. Due anni dopo si anticipò il potenziale periodo di avvio dell'ora legale al 15 marzo.
Solo nel 2010 l'Italia con l'art. 22 della legge 96, recependo la direttiva 2000/84/CE del Parlamento europeo, fissò l'inizio dell'ora legale alle ore 2:00 del mattino dell'ultima domenica di marzo e il termine alle 3:00 del mattino dell'ultima domenica di ottobre, pratica comunque già svolta in Italia fin dal 1996." (Wikipedia)

Ora, è vero, stanotte abbiamo perso un'ora di sonno, e per un'amante del dormire quale io sono non è il massimo, ma quella la recupereremo in ottobre, e poi vale la pena sacrificarla per tante ore di luce in più e tanta energia risparmiata (Terna, la società responsabile in Italia della gestione dei flussi di energia elettrica sulla rete ad alta tensione, precisa che, in termini di costi, il risparmio economico per il 2013 sarà pari a oltre 90 milioni di euro in Italia. Dal 2004 al 2012 l'Italia ha risparmiato complessivamente oltre 6,1 miliardi di kilowattora, corrispondenti a circa 900 milioni di euro).
E poi, a onor di onestà, devo dire che, in questo primo e agognato giorno libero dopo una particolarmente intensa settimana di lavoro, io stamattina quell'ora me la sono ripresa eccome!

Ora, scusate, ma vado a prepararmi per uscire :)




19 commenti:

  1. Vero, anche per me il giorno in cui cambia l'ora è una festa. Buon aperitivo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Silvia :) Ora in verità, a dispetto dell'inattesa giornata di sole, inizia a piovigginare, ma niente mi fermerà dal festeggiare!

      Elimina
  2. Pure io adoro le giornate lunghe, con il sole bello alto nel cielo (e pure a me piace un sacco dormire), ma non sapevo di tutte queste questioni storico-economiche (almeno non così in modo dettagliato). Mi ricordavo solo una vecchia battuta di satira, credo su Cuore: arriva l'ora legale, socialisti nel panico (erano quelli di Craxi e della sua Milano da bere). Buona festa, festeggia pure per me, che qui in palude diluvia e il sole forse lo vedrò domani.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah!!! Cuore è sempre stato una sicurezza in quanto a satira! Riguardo alle info varie, sapevo della questione del risparmio energetico e di Franklin, per il resto ci ha pensato Wikipedia.
      In realtà anche qui, dopo una belissima giornata di sole, ha iniziato a piovere, però almeno era giorno fino a quasi le 8! E poi, tanto, il meglio deve ancora venire :)

      Elimina
    2. Oggi, finalmente, c'è il sole, sono le 18,30 è c'è ancora il sole alto ;))))))))

      Elimina
    3. Beato te!!!! Qui pioggia battente sui tetti per tutta la notte e nuvole per tutto il giorno. Spero tanto che domani sia una bella giornata, visto che vorrei festeggiare il mio compleanno in giro...

      Elimina
  3. Allora buona serata!
    Per quanto mi riguarda, devo confessare (non ti arrabbiare però, eh!) che ho un rapporto molto difficile con l'ora legale. E non è una questione di sonno, ma di tempo. Ti sembrerà assurdo, ma il tempo mi sfugge, si fa subito tardi per le cose che devo fare, mi sento sempre indietro. E' che andrebbe bene per i periodi di vacanze, ma con il lavoro, non so, per me che vado sempre a scuola, e devo sempre fare i compiti, è, soprattutto all'inizio, una piccola tragedia. Devo farmi curare, lo so... Grazie comunque per le utilissime informazioni. E queste mattine e queste giornate un po' storte penserò a te che sorseggi la tua birra all'ora di luce che fino a pochi giorni fa era di buio e riuscirò a rallegrarmi almeno un po' :)
    Bello che siamo tutti diversi, no?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai Paola che ho riletto due volte il tuo commento per riuscire a capire il tuo stato d'animo? Però alla fine credo di aver compreso, in effetti il fatto che non faccia buio ti dà l'idea di avere ancora tempo e invece poi ti accorgi che, come si suol dire, "s'è fatta na certa", è così? Non l'avevo mai considerato in effetti questo aspetto, e quindi sì che è bello che siamo tutti diversi, si apre la mente a nuove prospettive. Però mi dispiace per questo tuo "sfasamento", spero che tu ti riassesti in fretta (e poi tra qualche mese la scuola finisce!)

      Elimina
  4. Sì, piace molto anche a me, mi piace e da energia naturale.

    RispondiElimina
  5. Che bello il tuo post! Anche io adoro uscire dal lavoro e scoprire che ho ancora tante ore di luce davanti a me, non importa che siano per fare la spesa o uscire con gli amici, l'importante è vedere più sole possibile. Io con la luce mi risveglio dal letargo e mi sento piena di energia, mi viene voglia persino di fare picnic al parco anche se non fa ancora così caldo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sento esattamente come te! Infatti non capisco la stanchezza e apatia che coglie molte persone in primavera, per me è il momento più "energetico" dell'anno!

      Elimina
  6. Non so se fa risparmiare, ma se il tempo si rimette il pomeriggio avrò più luce per dedicarmi al mio orto......

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh se non devi alzarti alle 4 del mattino fa risparmiare sì, e riguardo all'orto non posso che darti ragione!

      Elimina
  7. Sono contenta anch'io di guardare fuori alle sei di sera e riuscire ancora a vedere il giardino!
    Più tempo per tutto quello che si deve fare e risparmio energetico.
    Ora non resta che attendere il sole, che qui si fa molto desiderare....
    Grazie della digressione sull'orario estivo di cui non conoscevo la storia.
    Ciao Cri, buona settimana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì anche qui non smette di piovere :(
      Ma ormai ci siamo quasi, anche per quest'anno il peggio è decisamente passato!!
      Buona settimana anche a te Ilaria!

      Elimina
  8. Oh sì, quella luce in più è meravigliosa! Si inizia a passeggiare prima di cena, alèèèèèèèèè!!!

    RispondiElimina
  9. Anche io sono sempre molto felice quando le ore di luce abbondano nella giornata!
    ciao

    RispondiElimina

Grazie per essere passato a dire la tua :)