la citazione del momento

"I medici sono stati chiari. Un altro colpo così non lo reggi. Vuoi morire?"

Ada lo guarda. Dopo tanti anni Amedeo si sente osservato da lei con uno sguardo vero, intelligente. Lo sguardo che aveva tanti anni prima.

"Tu no?"

E per la prima volta dopo tanti anni lei gli si rivolge con una domanda decisa, vera, piena. Non le solite sciocchezze da sbronza, oppure ordini impartiti con ferocia, frasi senza senso biascicate.

"No. Oggi no."

"Perchè?"

"C'è il sole. Voglio veder nascere il figlio di Sonia. Voglio guardare la prossima Champions League. Voglio grattare la schiena a Ginevra. Voglio comprarmi un'altra bicicletta."
Alberto Schiavone - Ogni spazio felice - Guanda

venerdì 1 aprile 2016

Credo sia il caso di votare e di votare SÌ


Ho raccolto un po' di informazioni e maturato questa decisione. Perchè?

- Perchè, per rispondere a chi sostiene che, non facendolo, il nostro paese si troverebbe a doverlo acquistare altrove, il petrolio estratto coprirebbe una minima parte del fabbisogno italiano e comunque sarebbe dei petrolieri, non dello Stato, che ha diritto solo a una risibile parte e per il resto dovrebbe comunque acquistarlo.

- Perchè, per rispondere a chi sventola la falsissima bandiera dei posti di lavoro, la maggior parte delle concessioni di trivellazione scadrebbero tra vent'anni, nessuno resterebbe senza lavoro il 18 aprile. Senza contare che, se si volesse attuare una seria politica di incentivazione alle energie rinnovabili anzichè ostacolarle, il lavoro verrebbe semplicemente convertito e investito in questo senso. E poi parliamone dei posti di lavoro: parliamo dei posti di lavoro del settore turistico e di quello della pesca: quanti se ne perderebbero con un mare ancora più inquinato? Dove li reinvestiamo quei lavoratori lì?

- Perchè anche basta stuprare e sventrare il pianeta su cui viviamo in nome di una fonte di energia che è comunque esauribile e quasi esaurita.

- Perchè solo dei pazzi possono continuare su questa strada, quando di vie più pulite ce ne sarebbero e altri paesi meglio governati ce lo dimostrano. Solo dei pazzi sì, o piuttosto degli arrivisti senza scrupoli che in nome del dio denaro calpestano bellamente diritti, salute, etica e anche semplicemente buonsenso. Che le uniche leggi a cui obbediscono sono appunto quelle economiche, che rendono conto non al popolo che governano ma ai potenti veri, quelli coi soldi, quelli col petrolio.

- Perchè un governo che ti dice di non andare a votare è infimo e vergognoso quasi quanto una dittatura, un governo di cui non mi fidavo già prima ma il cui attegiamento al riguardo mi puzzava ancor di più del fetore che gli aleggiava intorno. E quello che è venuto per fortuna a galla ha fugato ogni eventuale dubbio.

Chiedo venia se sono stata poco esaustiva, qui ho espresso il mio parere, per qualche approfondimento vi rimando qui qui e qui, anche se ormai e finalmente, di informazioni sull'argomento è pieno il web.



9 commenti:

  1. condivido ogni parola!
    E per fortuna sul web si possono reperire informazioni, perchè se aspettiamo giornali e televisione la cosa diventa drammatica!
    grazie, un abbraccio
    Emanuela

    RispondiElimina
  2. Parole sante! Bravissima Cri!

    RispondiElimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  4. Per fortuna sarò a casa e potrò votare!

    RispondiElimina
  5. Questa volta vale la pena di tornare a votare.
    Grazie Cri per questo post informativo, se ne sente grande bisogno.

    RispondiElimina
  6. Sicuramente andrò a votare e ovviamente per il si. Basta petrolio e si alle fonti rinnovabili e pulite.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
  7. Come te non soporto chi dice di non andare a votare... e logico che sarà un si!

    RispondiElimina
  8. È bello non sentirsi soli! Sapere che, per quanta troppa gente pensi solo al proprio orto e altrettanta abbocchi a tutte le frottole che le raccontano politicanti meschini e urlanti, ce ne sia almeno un po' che sia onesta e che sia sveglia. Grazie!

    RispondiElimina

Grazie per essere passato a dire la tua :)