la citazione del momento

Ciò che abbiamo appreso da questo esperimento è che gli stili di vita nati dalla modernità sono praticabili solo per una piccola minoranza della popolazione mondiale. L'esperienza storica dell'Asia dimostra che il nostro pianeta non consentirà che questi stili di vita siano adottati da tutti gli esseri umani. Non è possibile che ogni famiglia del mondo abbia due automobili, una lavatrice e un frigorifero, e non per ragioni tecniche o economiche, ma perché altrimenti l'umanità morirebbe soffocata.

La grande cecità. Il cambiamento climatico e l'impensabile. - Amitav Gosh - traduzione e cura di A. Nadotti e N. Gobetti - Edizioni Neri Pozza

giovedì 23 agosto 2012

L'orto nel centro commerciale #2

Come vi avevo promesso qui, prima di partire per il mare ci siamo messi in macchina per andare a vedere di persona l'Orto in Campania.
Vi anticipo che la qualità delle foto è la peggiore che abbiate visto su questo blog. Mea culpa. Sono una pessima reporter. Quando sono arrivata sul luogo e ho notato che la super macchina fotografica si rifiutava di scattare foto, mi sono accorta che la poverina era quasi totalmente scarica; ho dovuto ripiegare così sul buon vecchio smartphone di prima generazione e la qualità è quella che è. "Potresti migliorarle", direte voi: potrei se imparassi a usare il programma di grafica di Linux, ma il caldo ha praticamente paralizzato le mie capacità cognitive, quindi accontentatevi e veniamo al dunque.

Innanzitutto

Una delle cose carine dell'orto sono i cartelli identificativi delle piante, su cui c'è il nome scientifico latino, il nome italiano e il nome in napoletano: lo sapevate che basilico si dice "vasinicola"? Io sì e mi ha sempre fatto ridere un sacco, mi evocava l'immagine di un non ben identificato contadino di nome Nicola (perchè, occhio, l'accento va sulla penultima sillaba)!
Ecco le varietà di "vasinicola" e le altre piante aromatiche coltivate qui
che profumo da queste parti!



   
questa ha fatto una certa invidia alla piantina sul mio terrazzo...


 e guardate che bei cespugli fioriti


ma passiamo a cose più "sostanziose":
i pomodori

 
le melanzane
questa varietà è leggermente piccantina, e davvero squisita!

i peperoni

no comment...ma se volete potete indignarvi o ridere
e anche il grano
e il mais
e io che pensavo che il mais fosse solo giallo...
e poi ancora le fragole, i fagioli, altre varietà di melanzane e peperoni, delle piante di zucchine chilometriche e poi un pesco, un pero e un ciliegio.

Presa da tutte queste piante, ho dimenticato di fare una foto d'insieme dell'orto, che come avrete intuito è bello grande, e di fotografare i bidoni contenenti il compost, ma ve l'avevo detto di non aspettarvi un signor servizio fotografico...

L'unico difetto dell'orto è che per raggiungerlo bisogna attraversare uno dei centri commerciali più grandi d'Italia: infiniti metri quadri di rumore, musica, maxischermi, animatori, persone che non si sa perchè non fossero al mare (niente affatto lontano) anzichè a bere cocacola al bar di un centro commerciale.
Non so se esista qualcuno con un'idiosincrasia maggiore della nostra verso questi luoghi non-luoghi: ogni (rara) volta che io e Francesco entriamo in un centro commerciale o un ipermercato finiamo per litigare, entriamo sereni e sorridenti e usciamo coi capelli dritti, incazzati l'uno con l'altro e/o col mondo. Ogni volta mettiamo a repentaglio la nostra relazione.

Questa volta ci ha salvati l'orto :)

8 commenti:

  1. Ma che bello.. e quante varietà!!!
    Troppo simpatico anche il cartello con il nome in napoletano! Il peperone non l'avevo mai sentito chiamare così!!!
    Per le foto potevi fare qualcosa in effetti..;-)
    Io uso molto Picasa che si scarica facilmente e usarlo è un gioco.
    Ciao bella.

    RispondiElimina
  2. Ciao Ilaria! Neanche io conoscevo questo tipo di peperone, o almeno non con questo nome, il tipo è quello a cono.
    Sì, prometto che cerco la versione di Picasa per Ubuntu :)

    RispondiElimina
  3. complimenti per il blog tocca due argomenti che mi appassionano molto...l'orto e i libri...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. benvenuta! Eh sì, abbiamo decisamente qualcosa in comune ;)

      Elimina
  4. Bella l'idea dell'orto nel centro commerciale! Belle anche le varietà che hanno scelto, alcune le ho anche nel mio orto... per esempio i peperoncini cornetti e i pomodorini pummarola!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Daria! Mi hai fatto sorridere perchè pummarola vuol dire semplicemente pomodoro :) la varietà è san marzano. E i tuoi peperoncini li ho visti, la tua foto della "raccolta" è bellissima! Io invece quest'anno ho messo i datterini perchè ne vengono fuori tanti (sai in terrazza lo spazio non è molto e bisogna ottimizzare) e sono buonissimi, e i peperoncini tondi perchè voglio farli ripieni e metterli sott'olio!

      Elimina
  5. Anche io i centri commerciali non li tollero molto, mi tolgono le energie, mi fanno venire i capogiri e preferisco evitarli.
    Fortunatamente ci riesco quasi sempre.
    =)
    ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tutta la mia comprensione e solidarietà! Sono luoghi assolutamente deleteri :)

      Elimina

Grazie per essere passato a dire la tua :)