la citazione del momento

"I medici sono stati chiari. Un altro colpo così non lo reggi. Vuoi morire?"

Ada lo guarda. Dopo tanti anni Amedeo si sente osservato da lei con uno sguardo vero, intelligente. Lo sguardo che aveva tanti anni prima.

"Tu no?"

E per la prima volta dopo tanti anni lei gli si rivolge con una domanda decisa, vera, piena. Non le solite sciocchezze da sbronza, oppure ordini impartiti con ferocia, frasi senza senso biascicate.

"No. Oggi no."

"Perchè?"

"C'è il sole. Voglio veder nascere il figlio di Sonia. Voglio guardare la prossima Champions League. Voglio grattare la schiena a Ginevra. Voglio comprarmi un'altra bicicletta."
Alberto Schiavone - Ogni spazio felice - Guanda

lunedì 23 giugno 2014

Una delizia per mille usi, lo strawberry curd

...o "fragol curd", come lo abbiamo casalingamente e maccheronicamente rinominato, perchè quella sillaba in più ci faceva proprio fatica.
Lo so che di fragole non ce ne sono quasi più, e infatti avrei voluto parlarvene prima, se non mi fossi ammalata. Però di tralasciare non ne avevo affatto voglia, perchè per me è stata una scoperta straordinaria e la seconda volta che l'ho preparato ne ho fatto dei barattoli sottovuoto da regalare e conservare.
Tutto è iniziato con una gran voglia di cheesecake, che la mia sorellina Silvy fa davvero bene e che le ho, appunto, ordinato. Io mi sono presa l'impegno della copertura e ho pensato "Se mia sorella Gabry (eh sì, ne ho due) fa una squisitissima crema di limoni per farcire la sua cheesecake, il lemon curd appunto, si potrà fare qualcosa di simile con le fragole che in questo periodo abbondano?" E così, cerca che ti ricerca, ho trovato un po' di ricette e ho messo a punto la mia, rifacendomi soprattutto a questa

Vi occorre:
500 gr di fragole biologiche (quelle non bio sono davvero disastrosamente bombate di pesticidi!)
150 gr di zucchero integrale
100 gr di amido di mais
il succo di mezzo limone non troppo grande.

Procedimento:
Lavate le fragole, privatele del picciolo (ma va?) e frullatele insieme allo zucchero; aggiungete l'amido di mais e il succo di limone e date un'altra frullata. Mettete il tutto in una pentola se non lo avevate già fatto e fate cuocere a fuoco basso, mescolando affinchè non si attacchi al fondo. Volendo si può usare il bagnomaria per una cottura ancora più delicata. Quando la crema inizia a bollire, lasciate cuocere ancora per uno o due minuti e spegnete il fuoco.
Ora, se avete seguito le mie dosi, ne otterrete tanta, circa tre barattoli. In questo caso, riempite subito i barattoli sterilizzati con la crema ancora bollente e lasciate raffreddare a testa in giù per creare il sottovuoto. Se invece ne avete fatta di meno, usatela come vi pare e considerate che si tiene in frigo per 5 o 6 giorni: io l'ho usata sulla cheesecake (la morte sua!!!), ci ho fatto una crostata e l'ho messa nello yogurt bianco per delle colazioni super!
E, visto che siamo in tema e visto che quest'anno non ho ancora pubblicato aggiornamenti dal terrazzo, vi presento una dolcissima new entry di quest'anno


E siccome, guarda il caso, questa ricetta è pure vegana, oltre che gluten free per la gioia della mia amica celiaca, non la vogliamo regalare alla Capra per i suoi Vegetal Monday?

16 commenti:

  1. Una sorta di marmellata?

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì ma con molto meno zucchero, infatti è fragolosissima!

      Elimina
  2. bbona!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!












    RispondiElimina
  3. Anche per la mia gioia perchè oltre che essere vegano sono pure celiaco.
    Buon lunedì :)
    Xavier

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che eri celiaco lo sapevo, infatti ti ho pensato, ma non sapevo fossi pure vegano! Beh, bene: tutta salute! Ciao Xavier, buona settimana a te :)

      Elimina
  4. Io non mangio mai fragole (se non rarissimamente), proprio perché so, come te, che le riempiono di pesticidi, e trovarle bio, è difficile. Però, piantarle, come te, nel vaso è bello e sicuro. Dovrei ricominciare a fare qualcosa nel giardino, vengono su in un niente e camminano tanto (il problea è togliere le erbacce).Così poi mi faccio la strawberry card ... molto beatlesiniana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, se hai un giardino cosa fai ancora lì?! È vero, si allungano un sacco, infatti le mie in vaso sono sul più alto ripiano di uno scaffale alto circa due metri e qualche ramo è quasi arrivato al pavimento...

      Elimina
  5. quando torneranno le fragole!!!! grazie per la ricetta!

    RispondiElimina
  6. Risposte
    1. Eh, quanto mi piacerebbe fartene dono oggi per il tuo compleanno!!

      Elimina
  7. Che meraviglia le vostre fragole!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Piantatele anche voi il prossimo anno, vedrai che Carlo non darà loro il tempo di maturare ;)

      Elimina
  8. Ricetta fantastica davvero (e ieri qualche fragola al supermercato biologico ancora c'era...), quasi quasi la provo. Le tue fragole, invece, sono spettacolari! Grandissima soddisfazione, immagino :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Altrochè! Provala sì, il rischio è solo che te finisci tutta a cucchiaiate ;)

      Elimina

Grazie per essere passato a dire la tua :)