la citazione del momento

"I medici sono stati chiari. Un altro colpo così non lo reggi. Vuoi morire?"

Ada lo guarda. Dopo tanti anni Amedeo si sente osservato da lei con uno sguardo vero, intelligente. Lo sguardo che aveva tanti anni prima.

"Tu no?"

E per la prima volta dopo tanti anni lei gli si rivolge con una domanda decisa, vera, piena. Non le solite sciocchezze da sbronza, oppure ordini impartiti con ferocia, frasi senza senso biascicate.

"No. Oggi no."

"Perchè?"

"C'è il sole. Voglio veder nascere il figlio di Sonia. Voglio guardare la prossima Champions League. Voglio grattare la schiena a Ginevra. Voglio comprarmi un'altra bicicletta."
Alberto Schiavone - Ogni spazio felice - Guanda

mercoledì 5 settembre 2012

Dal contenitore del gelato...

Queste giornate uggiose mi mettono voglia di rintanarmi in casa, e mi portano a un passo dal malumore. Lo so che la pioggia ci voleva, che l'agricoltura rischiava, che voi tutti non ne potevate più di Caronte e compagnia bella...ma a me quel caldo già manca!
Per di più l'amato Fra è via per lavoro, e così, per esorcizzare il malumore che sentivo galoppare di gran carriera verso me, ho aperto l'armadio del "può sempre servire non si sa mai" in cerca di qualcosa da fare...

Ho preso due contenitori di plastica del gelato, forse da 2 kg vista la dimensione. No, non vi allarmate per la mia salute, non mangio il gelato industriale: sono arrivati in casa mia contenenti alcune prelibatezze cucinate dalla mia mamma e li ho tenuti perchè mi piacevano la forma e la dimensione, e perchè le scatole sono una mia passione da quando ero bambina.

Dopodichè sono andata a ravanare (vocabolo bolognese da me adottato perchè simpatico e evocativo, che potremmo tradurre con "spulciare") tra gli attrezzi di Fra per dipingere (eh sì, lui sì che fa e sa fare tante cose!). Ho scelto un po' di colori che stessero bene insieme e ho dipinto a tempera contenitori e coperchi; ho aspettato (im)pazientemente l'asciugatura e ho decorato tutto con gli stickers con cui decoro spesso i contenitori delle mie autoproduzioni, rimanenze di magazzino della mia fu libreria.
Insomma ecco cosa ne è venuto fuori
 
questa è la mia nuova scatola degli smalti e manicure varia


e questa la regalerò a un'amica a cui da un po' volevo fare un regalo
E sì, lo so, che i creativi sono altri, che ho solo passato un pennello e attaccato un po' di stickers, ma nel mio piccolo ho riciclato plastica e ho due scatole nuove e colorate a costo zero!
E poi, mentre ero intenta nel mio lavoro, è uscito il sole!


Con questo post partecipo al Linky party 25 di Alex


10 commenti:

  1. Belli! Non ci avevo pensato che potessero essere usati a scopo non alimentare, e dunque decorati non necessariamente water proof. Mi hai dato un'idea, ne ho un paio che ingombrano la credenza...
    Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Paola! Hai visto? Avevi ragione sul riciclo creativo, alla fine qualcosa riesco a inventarmi anch'io! E sono contenta di esserti stata anche d'ispirazione!

      Elimina
  2. Grazie cara! Detto da te poi, che sei brava davvero, è particolarmente apprezzato :)

    RispondiElimina
  3. Vengo dal linky party di Alex, che bella idea, ma i contenitori del gelato che fine hanno fatto?! Non li riconoscerei mai, da quanto sono diventati allegri e carini! Ciao, ciao, Sara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sara! Sì a volte basta davvero poco per trasformare una cosa brutta e iutile in una carina e utile, persino per una come me che non ha una gran manualità :)
      Io invece ho fatto un giro sul tuo blog e me ne sono innamorata al primo post (adoro il rame!), appena ho tempo mi guardo il resto!
      A presto!

      Elimina
  4. Risposte
    1. Grazie e benvenuta da queste parti! Ricambierò quanto prima la visita :)

      Elimina

Grazie per essere passato a dire la tua :)