la citazione del momento

Il riciclaggio del denaro "sporco" rappresenta ormai il contesto ideale per lo sfruttamento intensivo e lucroso delle nuove forme di schiavitù. Il culto feticistico del profitto, o meglio del denaro che produce sempre più denaro, è giunto al suo criminogeno apogeo. Ed è tragicomico vedere e ascoltare il personale politico che amministra i Paesi in cui tutto questo è consentito pontificare ipocritamente sulla tutela, in casa d'altri, dei "diritti umani".
Luciano Canfora - La schiavitù del capitale - Laterza

venerdì 13 novembre 2015

Come ti neutralizzo il raffreddore

Mercoledì sera, nel centro sociale in cui siamo andati a fare la spesa, abbiamo incontrato un paio di amici, coi quali siamo rimasti seduti in cortile a bere birra, smangiucchiare, fumare tabacco e chiacchierare. Ora è vero che questo novembre è a dir poco anomalo e che le temperature sono (inquietantemente) alte, ma ciò non toglie che fare serata stando ferma all'aperto possa farti andare a letto con quel sospetto pizzicore alla gola e farti svegliare il giorno dopo con un più deciso mal di gola e il naso totalmente chiuso. Va beh, tanto era giorno libero...aaaargh!!!!!!!!
Non ho mai dimenticato una frase che ho letto su un vecchio libro di rimedi naturali, che dice più o meno così: "Il raffreddore passa in una settimana se prendi medicine e in sette giorni se non ne prendi". In effetti, una volta che il raffreddore te lo sei preso, te lo tieni e quel che puoi fare è alleviare i sintomi e aiutare il tuo corpo a contrastarlo.
Io in questi casi, oltre a starmene al caldo, bevo tanta acqua, che iuta a eliminare le tossine) e non meno di quattro tazze di te o tisane al giorno e assolutamente non mi faccio mancare quella allo zenzero e limone. Si prepara semplicemente mettendo un pezzo da un paio di centimetri di zenzero in una pentolina con l'acqua, si porta a ebollizione e si lascia andare ancora per qualche minuto (infatti, più che una tisana, è un decotto). Una volta tolto dal fuoco vi si spreme mezzo limone, anche lui dalle riconosciute proprietà antisettiche, si filtra e si beve calda.
eccola lì sul mio ocmodino
La radice, anzi è più corretto dire il rizoma, dello zenzero contiene una ricca quantità di proprietà benefiche. Oltre a essere efficace contro la nausea, lo zenzero favorisce la digestione e l'eliminazione dei gas intestinali ed è utile nella prevenzione di ulcere e gastriti. È inoltre un discreto analgesico, utile soprattutto in caso di mal di testa, mal di denti e dolori articolari e muscolari, e infine un potente antinfiammatorio, soprattutto per quanto riguarda le vie respiratorie. Se a quest'ultima caratteristica aggiungiamo le sue proprietà antisettiche, è facile riconoscere la sua utilità nel combattere tosse, mal di gola, raffreddore e sintomi influenzali in generale.
A dire il vero, rispetto a ieri sto già meglio, quantomeno non ho più bruciore alla gola (merito forse anche dei gargarismi che ho fatto con il colluttorio alla salvia) e il naso chiuso si è trasformato in goccia perenne, ma per quella ho il mio bel rotolo di carta igienica sul comodino (mi rifiuto di consumare dieci pacchetti di fazzoletti in due giorni o di fare una lavatrice di soli fazzoletti di stoffa!).
A ciò ha probabilmente contribuito l'altra arma segreta che sfodero in questi casi: l'aglio! Eh sì, l'aglio non ha solo proprietà magiche contro i vampiri, nè solo il potere di allontanare antipatici e scocciatori con una semplice alitata, è bensì un ottimo antibiotico naturale, grazie all'allicina in esso contenuta. Per sfruttare al meglio queste proprietà va consumato crudo (l'allicina si perde in cottura), e già vi vedo arricciare il naso... A me in realtà l'aglio piace un sacco e non capisco perchè in Italia siamo sempre così parchi nell'usarlo, a differenza degli altri paesi mediterranei (vogliamo parlare, ad esempio, della salsa alioli spagnola? Una goduria!), ma devo dire che in questo caso ho approfittato di una preparazione che abbiamo sperimentato un paio di mesi fa: gli aglietti sott'olio, che così preparati perdono totalmente il loro sapore e assumono quello delle spezie con cui sono conservati (in questo caso pepe nero e alloro) e restano croccanti. Abbiamo già stupito un discreto numero di scettici proponendoli come aperitivo! Ah, anche perchè l'aglio crudo, assunto a stomaco vuoto, pare sia pure un ottimo disintossicante!

Adesso mi rimetto sotto le coperte, che iniziano a bruciarmi gli occhi da troppo computer, e aspetto pazientemente che si faccia ora di cena, chè per cena mi aspetta la zuppa di cipolle che Fra prepara in modo eccellente, quando non la brucia. Non vi ho mai parlato delle innumerevoli proprietà della cipolla?!

14 commenti:

  1. la tisana di zenzero e l'aglio sott'olio piacciono tanto anche a me, guarisci presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara, gli auguri di un medico valgono doppio!

      Elimina
  2. io preparo la tisana di stecche di cannella e chiodi di garofano, lasciati sobbollire a fiamma bassa e pentolino coperto per almeno dieci minuti, poi filtro e ci metto un cucchiaino di miele: buonissima ed efficace!
    buona guarigione
    Emanuela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io cannella e chiodi di garofano li ho messi ieri sera nel vino caldo ;)
      Grazie Emanuela, un abbraccio

      Elimina
  3. Intanto auguri. Per il resto sfondi una porta aperta, adoro da sempre l'aglio, in particolare crudo con le patate lesse, e anni fa avevo preso dell'aglio sott'olio trovandolo molto buono. Anche lo zenzero è un nostro amico (quest'anno l'abbiamo pure piantato in vaso), sia come tisana, sia come zenzero candito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, ho visto il post sbirciando il blog di Elle, e mi è venuta voglia di provarci a mia volta :)
      Anche a me piace un sacco l'aglio sulle patate!!!

      Elimina
  4. Anch'io vado matta per l'aglio. Quando facevo l'università nella tua città ho avuto un periodo in cui seguivo una cura tibetana e mangiavo uno spicchio d'aglio a colazione. Lo tagliavo a pezzetti e lo mandavo giù con l'acqua, sperando così di evitarne l'aroma, che invece poco dopo mi si riproponeva con la digestione. La mia vita sociale correva un grave pericolo, e così ho smesso dopo un paio di giorni.
    Buona guarigione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah ah ah!!! In effetti sì, uno dei problemi dell'aglio è la difficoltà a digerirlo (non per me per fortuna, digerisco pure le pietre!)

      Elimina
  5. In un caso analogo, nel decotto di zenzero ho aggiunto anche la curcuma che aiuta il sistema immuntario e colora piacevolmente.
    Auguri per la tua guarigione :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ed è pure antinfiammatoria! La curcuma la uso molto in cucina, ma non l'avevo mai provata in infusione: l'ho fatto dopo aver letto il tuo commento e mi è piaciuta un sacco! Grazie grazie :-)

      Elimina
  6. fantastica, con tutte queste super medicine torni in forma in un attimo.
    io faccio la minestrina d'aglio per i bimbi, o la tisana a glio e limone :-D e per la tosse lo sciroppo con il miele :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì anche qui andiamo di minestrina aglio e peperoncino ;)

      Elimina
  7. "Il raffreddore passa in una settimana se prendi medicine e in sette giorni se non ne prendi"...
    ...questa citazione è meravigliosa.
    Grazie per questo tuo post...e questo tuo blog, così PIENO di cose interessanti.
    Seguirti sarà certamente un piacere.
    Ciao
    A.A.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti il librino intero è uno scrigno di saggezza, l'ho trovato per caso su un banchetto di vecchi libri usati e me lo tengo stretto! Grazie per il tuo entusiasmo e benvenuto da queste parti, passo subito a fare la tua conoscenza!

      Elimina

Grazie per essere passato a dire la tua :)