la citazione del momento

Il riciclaggio del denaro "sporco" rappresenta ormai il contesto ideale per lo sfruttamento intensivo e lucroso delle nuove forme di schiavitù. Il culto feticistico del profitto, o meglio del denaro che produce sempre più denaro, è giunto al suo criminogeno apogeo. Ed è tragicomico vedere e ascoltare il personale politico che amministra i Paesi in cui tutto questo è consentito pontificare ipocritamente sulla tutela, in casa d'altri, dei "diritti umani".
Luciano Canfora - La schiavitù del capitale - Laterza

lunedì 30 giugno 2014

Crostata di farro salva-banane

Un'altro post di cucina! Abbiate pazienza, ho poco tempo in questo periodo, e poi, con la lunga dieta a cui sono stata costretta ho voglia di rifarmi un po'. E poi è una ricetta così semplice e così strabuona che non posso non condividerla! Un paio di giorni fa ero a fare la mia spesa di caffè, zucchero e varie alla bottega del commercio equo e mi sono imbattuta in queste povere banane, un po' tristi e marroncine, che si offrivano in sconto pur di evitare la morte. Non ho potuto resistere dal salvarne un po' pensando che poi qualcosa ci avrei fatto.
In effetti, un paio sono andate felicemente frullate a colazione, insieme a una bella cucchiaiata di "fragol curd". Con le altre tre mi ci sono inventata una crostata, tanto semplice quanto deliziosa. E pure vegana!

La ricetta della pasta frolla è quella che ormai ho fatto mia, "rubandola" alla Capra. Come la maggior parte di voi sanno, non sono vegana, pur non mangiando più carne e consumando prodotti di origine animale molto saltuariamente. Però sulla provenienza dei suddetti prodotti sono invece molto intransigente, e siccome le galline "vere" le uova non le fanno tutto l'anno, io mi sono organizzata per poterne fare a meno quando non ci sono e ora per la frolla, così come per la brisee per le torte salate, non ne ho più bisogno.
Ma torniamo alla crostata.
La frolla:
100 gr di farina di grano di tipo 2,
200 gr di farina di farro integrale,
100 gr di zucchero integrale mascobado,
80 gr di olio di semi di girasole bio,
acqua fredda q.b,
zenzero e cannella che con la banana ci vanno a nozze!
Mescolate in una terrina gli ingredienti secchi, aggiungete l'olio e lavorate con una forchetta, così da formare i classici bricioloni; aggiungete poi pian piano poca acqua e lavorate finchè non avrete ottenuto qualcosa che si possa chiamare frolla. Fate una palla, coprite la terrina e mettete in frigo per una mezzora almeno.

La crema:
3 banane mature,
2 cucchiai di zucchero integrale mascobado,
mezzo cucchiaino di zenzero in polvere.
Frullate il tutto.
Ovviamente, con lo zucchero mascobado la crema viene marroncina, se la volete proprio gialla (e volete fare un dispetto al vostro organismo) usate zucchero più chiaro e un pizzico di curcuma.

Stendete 3/4 della pasta in una teglia da crostata. Io la lavoro direttamente nella teglia perchè tende a rompersi (eh sì, l'uovo "lega"), ma da cotta sarà perfetta come quella classica. Versateci sopra la crema di banane e col resto della pasta fate le striscioline o le formine che più vi ispirano e ricoprite la crostata.
Infornate a 180° per 30/40 minuti, aspettate che si raffreddi e gustate, possibilmente in compagnia, altrimenti vi dispiacerà che nessuno possa dirvi "ma che buona crostata hai fatto!" :)

Essendo lunedì, partecipo alla raccolta del 100% Vegetal Monday della Capra
E siccome è anche integrale, partecipo finalmente anche alla raccolta della mia blog-amica Daria per la sua raccolta Integralmente, che è diventato un pdf (scaricabile) da far invidia ai migliori libri di cucina naturale.

E, ovviamente, vi auguro una splendida e dolce settimana :)


12 commenti:

  1. ma se una fa la frolla frolla del peccato e poi ci mette lo stesso il resto sopra la Cri chiude un occhio?
    però solo in una serata fresca perché il forno con il caldo....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la Cri è una convinta sostenitrice della libertà d'espressione, anche se la sua frolla non ha niente da invidiare alla tua frolla frolla :-P
      e la cucina della Cri dà a ovest, quindi è bella fresca per tutta la mattina...

      Elimina
    2. pure quella mia dà a tramontana ma sto nel sotto tetto se me lo arrovento da dentro sono come Tafazzi

      Elimina
  2. mmmm, che buona te ne rubo una fetta :-) ma l'hai visto il mio giveaway?

    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Macchè, sono sempre di corsa in questo periodo! Ma arrivo subito a sbirciare ;)

      Elimina
  3. Mamma mia, dev'essere buonissima e superestiva! :)

    Moz-

    RispondiElimina
  4. Ciao Cri! che brava a salvare le povere banane e farci uno crostata, la pasta frolla utlimamente non è nelle mie corde, nel senso che preferisco mangiarla che farla... quindi penso che oggi, approfittando di una pasta sfoglia che ho in frigo farò uno strudel con le albicocche che sono nascoste nel solito frigo...
    Mi piacerebbe molto, perchè mi piacciono le banane e tutto quello che è integrale, tra l'altro per problemi di salute pe run po' non potrò mangiare cereali raffinati, quindi... ;)-
    Ah! Mi sono iscritta a cucinaecondividi.it per ora in Italia siamo pochi (dalle mie parti solo io e la mia amica Glenda) ma nel resto d'Europa funziona, è un piccolo esempio di anticapitalismo altezza tavola da pranzo...e ti invito a iscrivierti e condividere! Poi se c'è la possibilità di mangiare cose nuove, guadagnare qualcosa e conoscere gente..meglio, no?!

    RispondiElimina
  5. ahhhh! mentre il mio gatto è dventato dipendente da foglie fresche di canapa sativa, io ho preso la farina di canapa, stavo pensando di farci die biscotii...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci vado a guardare subito a questo sito, non lo conosco! Con la canapa tocchi un tasto un po' dolente: sono circa tre mesi che ho un post in bozza sull'argomento...ma non ho mai voglia di studiare per finire di documentarmi e poterlo concludere :) Comunque brava a usare la farina di canapa, io uso tanto i semi e ti dirò, mi dispiace che ci sei arrivata con problemi di salute, ma allargare gli orizzonti dei cereali e delle farine ed evitare i soliti per un po' può far solo un gran bene!

      Elimina
  6. Be, niente di grave, solo per qualche giorno devo evitare i cereali raffinati..quindi integrale a tutto spiano!
    Riguardo la canapa, insieme a Legambiente, da subito dopo il referendum del 2011 ci stiamo lavorando su, per la verità io mi sono limitata ad andare agli incontri coi coltivatori..comunque ora è una piccola realtà anche qui! Nella zona sono 15 gli ettari in cui svetta la canapa, sarà destinata all'olio per uso terapeutico-comsetico-alimentare... speriamo un bene, questo è il terzo tentativo in Toscana, i primi 2 erano con finanziamento pubblico e sono falliti per il solito mangiamangia, questo è senza finanziamenti e..finalemnte la Canapa è cresciuta, io ne ho un po' sul terrazzo e Nerone ne va matto...ora non mi resta che sperimentare la farina!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma che cosa bella che mi dici! Ne voglio sapere assolutamente di più, mi sa che ti scriverò in privato. E giuro, terminerò e pubblicherò quel post :)

      Elimina

Grazie per essere passato a dire la tua :)